TORRETTA DI MELANZANE E MOZZARELLA

Ieri io e Mirco, dopo un sabato notte di intensa attività danzerina, ci siamo svegliati (stranamente) pieni di buone intenzioni. Quindi lui si è spinto al piano di sotto, ha fatto una pasta al ragù che abbiamo mangiato direttamente dal tegame e direttamente a letto. Da lì le buone intenzioni si sono tramutate in fatti.
E abbiamo deciso di darci una mossa.
Dunque cinema ("Noah" che io personalmente ho gustato davvero tanto) con un secchio di pop-corn grande come una mangiatoia (per restare in tema di arche e animali), the al limone quantità 2 litri e in teoria dovevamo essere appostissimissimo.
No.
Finito il film: Old Wild West. Io dentro alle steak house potrei impazzire, visto che vado matta per la carne, e ieri sera più o meno credo mi siano saltati un paio di bulloni dentro al cranio, perchè mi sono presa un galletto. Intero. E piccante. Con le patatine. E le frijoles. Mirco non è mica stato da meno, ma ormai si sa che siamo la coppia del "quel che fa la simia fa anca el simioto". Grazie a Dio.
Beh insomma.
Tutto bene. Se qualcuno si stesse legittimamente chiedendo "come caspita stai oggi?". Tutto bene grazie. Digerisco anche i chiodi io.
Ho solo avuto problemi con Camillo e Susanna (i gatti, ndr) che stanotte mi volevano dormire sulla pancia. Ma per lapalissiane ragioni, la mia pancia pesava già di suo.

Dunque oggi siamo state leggere a pranzo (... in genere parlo di me in terza persona, per non meglio chiariti motivi,... più raramente in seconda plurale, credo nelle occasioni in cui mi sento legata misteriosamente al mago otelma. Che spiega molte cose.)
E mi sono fatta questo piattino che ho usato spesso come antipasto alle cene estive, spesso aggiungendo il pomodoro fresco a fette, altre volte con un crostino di pane sotto. Insomma, è semplicissimo, freschissimo e si presta a molte varianti.


TORRETTA DI MELANZANE E MOZZARELLA
fare a fette di mezzo centimetro le melanzane, ungere con un velo di olio una bistecchiera e cuocere le fette lato per lato qualche minuto. Disporle su un piatto, aperte, e condirle con sale e pepe.
Comporre la torretta iniziando con una fetta di melanzana, una cucchiaino di pesto alla genovese, una fetta di mozzarella (meglio se di bufala). Ripetere gli starti concludendo con una fetta di melanzana.
Passare al forno il tempo di ammorbidire leggermente la mozzarella.
completare il piatto con qualche fogliolina di basilico fresca.




Commenti

Post più popolari