ERBE SPONTANEE: la Tortilla di patate... con I TANONI!

Ieri siamo andati a farci una passeggiata sui nostri colli.
Un bel gruppo di amici, i primi fiori sbocciati, il primo sole che scalda e le prime erbette e germogli spontanei.
Il prossimo inverno mi dedicherò a parlarvi ampiamente dei RAMPUZOLI ( in italiano raperonzolo) che nascono spontaneamente nel mio territorio, e di quanto si sposino con il salame ai ferri, quando ancora la pasta che lo forma è fresca.
Ma la primavera è davvero il periodo più generoso, e dobbiamo ammettere che i nostri genitori e nonni, ci hanno lasciato in eredità una grande maestria nel saper usare i suoi frutti, erbe e germogli!

Ieri ci siamo dedicati a TANONI e SPARASINE. Queste ultime altro non sono che il germoglio degli asparagi selvatici. Ma ve ne parlo domani, in cui vi mostrerò anche una mia variante di risotto.







I tanoni che cosa sono?
Sono appunto i germogli del Tamaro (tammus comunis), un pianta perenne che cresce un pò in tutta in Italia, dal fusto rampicante, glabro, le cui poche foglie sono di un verde brillante e, in piena primavera, i fiori che vi sbocciano sono giallognoli.
La parte commestibile è appunto il germoglio, costoluto, dal colore verde scuro tendente al marrone.
In molte parti d'Italia sono considerati tossici, contenendo al loro interno, appunto, dei principi tossici.
Qui in Veneto li mangiamo anche mentre li cogliamo, quindi ovviamente crudi e pure da lavare.
L'uso che ne facciamo è principalmente aggiungerli ai minestroni, alla pasta, ai risotti e, più di tutti, alla frittata.







Quella che io voglio proporvi oggi, è una variante molto più ricca e saporita  della solita frittata: una tortilla di patate, in stile spagnolo, con i tanoni raccolti ieri e tre diversi formaggi.
Una versione nobile, per creare con un semplice germoglio un grande piatto.



TORTILLA DI PATATE CON TANONI
5 uova medie
3 patate medie
un mazzetto di tanoni
un pezzettino di taleggio
100g di caciotta vaccina
ricotta affumicata
mezzo bicchiere di brodo
sale e pepe
olio

Fare le patate a cubettini piccoli, scaldare un filo d'olio in una padella e cuocervi le patate.


Dopo qualche minuto bagnare con il brodo e far evaporare. Cuocere una decina di minuti circa.


Intanto fare a cubettini il taleggio e la caciotta.
Tritare i tanoni.
Sbattere le uova con sale, pepe e ricotta affumicata grattugiata.

Quando le patate si saranno ammorbidite, aggiungere il  taleggio e la caciotta a cubetti, e mescolarli velocemente in modo da distribuirli.

Prima che il formaggio fonda versarvi sopra le uova sbattute alla ricotta e i tanoni.


Far cuocere (io lascio che faccia una bella crosticina sotto, ma la si può lasciare anche nella versione originale "morbida") , quindi con l' aiuto di un coperchio o di un piatto rovesciare la tortilla.
far cuocere qualche minuto e rovesciarla nuovamente sul piatto da portata.
Grattugiarvi sopra un altro pò di ricotta affumicata.







Commenti

Post più popolari