MEZZE MANICHE PORRO SPECK






Grande alleato lo speck. Grande, grande, grande! Non rimanete mai senza un etto di speck nel freezer. Non è sicuramente l'ideale per gustare questo prodotto fresco, i puristi dei cibi mi malediranno, ma come condimento per una pasta, si presta a mille e più combinazioni, e tra l'altro congelato è più facile tagliarlo.

Oggi, per un primo un pò diverso, ho preparato questa pasta al forno: a casa mia caminetto e stufa sono sempre col turbo, e quindi approfittare del calore naturale della legna per cuocere è d'obbligo!

MEZZE MANICHE PORRO E SPECK
per 3\4 persone 

350 g mezze maniche
350 g porcini
5 fettine di spek
1 porro affettato sottile
150 g scamorza affumicata
grana grattuggiato
timo
1 scalogno
burro
olio
un goccio di latte
sale, pepe

Mettere a cuocere la pasta nell'acqua salata con un filo d'olio.
Fare a pezzettini i funghi e rosolarli nel burro con lo scalogno tritato e timo. Salare, pepare e se necessario bagnare con un mestolino di acqua i cottura. Far evaporare.

Fare lo speck a listarelle in una puntina di burro e aggiungere i porri. Salare e pepare se necessario (io non l'ho fatto). Saltarli un paio di minuti.

Scolare la pasta al dente, condirla subito con una piccola noce di burro e un filo d'olio evo ( io cerco di usare meno burro possibile in cucina!), aggiungere poi i sughi di porri e speck e quello di funghi.
Distribuire metà della pasta su una teglia imburrata, versarvi metà della scamorza a dadini, una spolverata di grana grattuggiato, di nuovo l'altra metà della pasta, della scamorza e un'altra spolverata di grana. Aggiungere piccoli fiocchettini di burro  .

Coprite con un foglio d'alluminio e infornate a 200 gradi per circa un quarto d'ora (con i forni delle stufe si va ad occhio) lasciando poi un altro paio di minuti senza l'alluminio (controllare che non si secchi, troppo, altrimenti bagnare leggermente con un goccio di latte)

Commenti

Post più popolari