Ringraziamenti commossi, puntata prima

É terribile l'ipotesi di una mia prematura dipartita senza aver speso una parola di ringraziamento per tutti coloro che ho incontrato nel mio cammino.
Quindi, non rimando a domani ciò che posso fare oggi.

Grazie a tutti quelli che "è un'oca":  insisterò per migliorare anche l'andatura, oltre alla voce e alla corsa a braccia aperte.
Grazie a tutti quelli che "è in giro tutte le sere": passando le mie giornate sul divano sento il bisogno di evadere.
Grazie a tutti quelli che "è in giro tutto il giorno": i miei non mi lasciano uscire alla sera, quindi evado di giorno. Con un lenzuolo.
Grazie a tutti quelli che, con i miei, "è troppo magra, sta male?!" : ho l'ossatura sottile e un verme solitario in subaffitto.  Si chiama Libero Antonio Camillo Lenin (suo padre era appassionatissimo di Fernandel).
Grazie a tutti quelli che "mangia troppo, secondo me ha un problema": mi ingolfo e faccio abuso di actimel. Lo sblocco a volte è spiacevole.
Grazie a tutti quelli che "non fa niente tutto il giorno" : mi risparmio per riposare meglio la notte.
Grazie a tutti quelli che "fa troppe cose, per essere qualcuno devi specializzarti": sono specializzata in salto nelle pozzanghere, potrei diventare un geyser un giorno.
Grazie a tutti quelli che "non è normale che sia sempre in tacchi":  per il sacro vincolo della normalità devo ricordarmi di mettere più spesso le zeppe.
Grazie a tutti quelli che "che minigonna scandalosa":  la punizione è un cilicio, proprio sotto l'orlo.
Grazie a tutti quelli che "non scrive bene": avevo scelto di cantare, ma vado ancora peggio.
Grazie a tutti quelli che "secondo me non sa parlare in pubblico": neanche nel privato, neanche da sola.
Grazie a tutti quelli che "ha ogni sera uno diverso" : mi innamoro ad ogni battito di ciglio.
Grazie a tutti quelli che "non  lo troverà mai un moroso" :  in parte perchè si mimetizzano con l'ambiente, in parte per il mio daltonismo è difficile scovarli.
Grazie a tutti quelli che "a me l'ha data": ti pregherei di rendermela che vorrei tornare a utilizzarla.
Grazie a tutti quelli che "l'ha data a tutti": riunitela e ridatemela per il suddetto motivo.
Grazie a tutti quelli che "ehvalà, non la dà a nessuno": allora proprio non ricordo dove l'ho messa.
Grazie a tutti quelli che "non è un esempio per i giovani":  devo ricordarmi di cedere i miei successi o le mie (poche) capacità all'umile e discreta presenza di voi quattro soliti vecchi. In gambissima eh!
Grazie a tutti quelli che "è sempre insieme a qualcuno":  non so guidare/parlare/deambulare/autogestirmi.
Grazie a tutti quelli che "è sempre da sola":  vedo la gente morta, e qusto a non tutti piace.
Grazie a tutti quelli che "ha sempre il bicchiere in mano": se lo appoggio me lo fregano.
Grazie a tutti quelli che "ha sempre il bicchiere vuoto": la piaga sociale delle cannucce lunghissime: colpiscono dalle spalle.
Grazie a tutti quelli che "vuole le luci puntate su di lei": e ancora col fondotinta non riesco a coprire tutti i brufoli.
Grazie a tutti quelli che "la scena è tutta tua":  piroetterò da un lato all'altro del palco con fare maestoso.
Grazie a tutti quelli che "spende tutto in vestire": inizieró a comprare anche trucchi.
Grazie a tutti quelli che "spende tutto in trucchi":  senza trucco in realtà io sono un pesce san pietro.
Grazie a tutti quelli che "spende tutto in libri": abbiamo tante porte a casa mia da tenere aperte.
Grazie a tutti quelli che "sa tutto lei":  e le indovino con una.
Grazie a tutti quelli che "non sa niente in tutto": infatti non vinco mai.
Grazie a tutti quelli che "non viene mai/più alle nostre feste perchè è gelosa":  e come Otello a Desdemona vi pugnalerò a colpi di flyers.
Grazie a tutti quelli che "è sempre in giro a feste": dopo la vicenda della gelosia mi autupugnalo, sempre a colpi di flyers.
Grazie a tutti quelli che "secondo te ci sta?!": dipende dove mi vuoi chiudere.
Grazie a tutti quelli che "tanto gli fa le corna": al massimo delle mie capacità riesco a fare anche baffi, coda e forca. Bastano dei colori lavabili e della colla vinilica.
Grazie a tutti quelli che "cosa c'entra con la caccia?!": è un mondo brulicante di uomini, testosterone e giovani coi pantaloni alla zuava. Molti dei miei morosi si nascondono anche qui.
Grazie a tutti quelli che "non sa sparare": non si contano le volte in cui mi sono sparata sulle unghie dei piedi.
Grazie a tutti quelli che "cosa vuoi che ne sappia di armi e fucili quella lì?!": fanno una porchissima figura come cappelliere e portagioie. Dipende se li metti orizzontali o come. E per un giocoso effetto "cipria di intonaco" basta appenderli carichi.

...FINE PRIMA PUNTATA,
E fin qui ringrazio tutti di cuore, commossa, col mio inconfondibile saluto: l'elegante braccio ad ombrello.

Commenti

Post più popolari